Avviso
Ricerca docenti abilitati per tutte le discipline di scuola media superiore, inviare istanza al dirigente scolastico c/o polo scolastico Caggiari,
via barilatti 47, Ancona.
PRESENTAZIONE

I cambiamenti degli ultimi anni, che hanno portato alla cosiddetta società dell’informazione, se da una parte hanno incrementato le possibilità di ciascun individuo di accedere all’informazione e al sapere, al tempo stesso lo hanno reso più vulnerabile.

La risposta a questa sfida passa attraverso la rivoluzione della cultura, intesa come comprensione del mondo.

Non si tratta di trasformare ogni cittadino in esperto scientifico, ma di permettergli di essere preparato nelle scelte che riguardano il suo ambiente e di essere in grado di comprendere le informazioni che riceve.

Ecco perché entrambi i corsi di studi appaiono oggi ancora preziosi nel quadro generale di una scuola secondaria che bisogna evitare diventi troppo pragmatica, dispersiva e superficiale.

PROGETTAZIONE EDUCATIVA

Da più parti oggi si tende a sottovalutare il ruolo della Scuola nella formazione delle giovani generazioni.

Il Liceo Scientifico “L. Caggiari”e il Liceo Classico “Cappuccini”, pur riconoscendo il fatto che la Scuola rappresenta solo una delle agenzie formative, accanto alla famiglia e ai moderni mezzi di comunicazione di massa, riaffermano il proprio impegno a far si che la scuola non sia semplice luogo di acculturazione, ma occasione di crescita dei giovani che la frequentano.

Nella convinzione che uno dei principali strumenti di educazione è rappresentato dalla testimonianza diretta degli stessi docenti e che solo una compartecipazione degli studenti a tali obiettivi garantisce il loro conseguimento, il Collegio Docenti del Liceo Scientifico e quello del Liceo Classico, attraverso la loro programmazione educativa e didattica, si impegna a far raggiungere agli allievi i seguenti obiettivi formativi:

  • Consapevolezza del valore intrinseco della cultura e della conoscenza;
  • Consapevolezza che la Scuola è una comunità in cui vigono regole democraticamente stabilite;
  • Favorire negli allievi il riconoscimento della propria identità, sia individuale che collettiva;
  • L’alunno deve essere messo in condizione di compiere delle scelte motivate e responsabili, di esprimere liberamente le proprie idee e di sviluppare le capacità critiche;
  • Educare al rispetto degli altri e delle culture diverse dalla nostra, nell’ottica del pluralismo culturale.


PROGETTAZIONE CURRICOLARE

Il raggiungimento degli obiettivi educativi enunciati sopra richiede una articolazione degli stessi attraverso l’attività didattica. E’ bene sottolineare il carattere personale e soggettivo dell’attività didattica, a livello sia del docente che dell’alunno, per cui se il primo è libero di operare le scelte didattiche che ritiene più adeguate, il secondo ha il diritto di vedere rispettati i suoi tempi di apprendimento e i suoi stili cognitivi.

Il processo di insegnamento-apprendimento richiede quindi che si ponga attenzione al ruolo attivo del discente nell’organizzazione dei dati di conoscenza sulla base di un processo di integrazione dei nuovi contenuti entro schemi o “reti concettuali” precedenti, perché alla capacità di riformulare ipotesi interpretativi della realtà, di formare schemi inferenziali sempre più complessi. Da una parte quindi, la comprensione del “perchè” si studia e dell’utilità non solo pratica della conoscenza può rafforzare la motivazione allo studio; dall’altra, la collaborazione docente-discente sul piano delle “tecniche di studio” permette l’acquisizione di un corretto metodo di apprendimento, che sta alla base dell’”imparare ad imparare”. Inoltre, occorre evidenziare che al raggiungimento della formazione umana e culturale dell’alunno concorrono naturalmente tutti gli insegnamenti del corso di studi in ossequio al principio dell’unitarietà del sapere e in relazione alla reale situazione delle singole classi.